TheVillageDocFestival_Logo

Un'iniziativa di Libero_Lab_col

Dal 19 al 21 settembre

THE VILLAGE DOC FESTIVAL a Roma

Dal 19  al 21 settembre, al Parco Centrale del Lago dell’EUR, The Village Doc Festival propone tre serate di documentari, nell'ambito di un evento in assoluta sintonia con il proprio spirito creativo, sostenibile e indipendente. Si tratta di

FAI LA DIFFERENZA – C’E’ LA RE BOAT RACE

in programma dal 19 al 23 settembre con parecchie iniziative interessanti e con una grandiosa sessione della REGATA RICICLATA che già a Pollica ha intrecciato i percorsi sostenibili di The Village Doc Festival.

reboatrace

Le proiezioni del Festival si svolgono negli spazi espositivi del contest, TERRAZZA DELLA PISCINA DELLE ROSE. E alla fine la giuria locale sceglierà il documentario più meritevole di ricevere il PREMIO SPECIALE “THE VILLAGE DOC FESTIVAL A ROMA”

 

Mercoledì 19 settembre

dopo il tramonto, alle ore 19.15 circa

Presentazione del circuito sostenibile di THE VILLAGE DOC FESTIVAL

Proiezione di THERE ONCE WAS AN ISLAND (82 min) di Briar March

 

Giovedì 20 settembre

dopo il tramonto, alle ore 19.15 circa

Proiezione di LA SVOLTA. DONNE CONTRO L'ILVA (52 min) di Valentina D'Amico

 

Venerdì 21 settembre

dopo il tramonto, alle ore 19.15 circa

Proiezione di AGRICOLTORI DA SLEGARE (30 min) di Raffaella Bullo

A seguire

  • presentazione delle prossime attività di THE VILLAGE DOC FESTIVAL
  • suggerimento di alcuni documentari significativi, che il Festival mette a disposizione degli interessati
  • consegna del PREMIO SPECIALE “THE VILLAGE DOC FESTIVAL A ROMA” al documentario che, tra quelli presentati, sarà giudicato più in sintonia con la visione di sostenibilità della giuria locale.

 


La sera del 21 settembre 2012, la giuria della prima edizione di The Village Doc Festival a Roma ha designato il documentario vincitore.

Il riconoscimento è andato al film italiano Agricoltori da slegare di Raffaella Bullo.

Ecco un estratto della sinossi ufficiale:
Agricoltura sociale, biologica ed urbana. In due parole 'sviluppo sostenibile', le cui componenti ambientale, economico, sociale ed istituzionale camminano insieme in modo armonico. L'agricoltura come processo di decementificazione, di coscienza collettiva, di cittadinanza attiva, di educazione e rieducazione, di crescita e di sviluppo. Queste le sfide quotidiane delle Cooperative "Il Trattore" e "Valle dei Casali", che da anni portano avanti ambiziosi progetti nella Riserva Naturale della "Valle dei Casali", a pochi passi dal centro di Roma. Agricoltori, ma anche istituzioni e cittadini da "slegare" dal concetto di città/prigione, dai luoghi comuni che condanno inesorabilmente alla cementificazione delle città e delle coscienze. Grazie all'esempio e all'ausilio di Cooperative come "Il Trattore" e "Valle dei Casali" che credono in uno sviluppo e in lavori alternativi e verdi che spaziano dall'utilizzo e la rivalutazione del territorio all'agricoltura biologica, alla ristorazione, dai servizi di manutenzione del verde al giardinaggio, dall'educazione ambientale per i bambini alla riabilitazione psico-sociale, nonchè al vincente programma di reinserimento nel mondo lavorativo di individui altresì destinati all'abbandono sociale, reso possibile da una cospicua collaborazione con le ASL e con le Istituzioni sociali.

AddThis Social Bookmark Button

Twitter

 
Powered by LibLab