TheVillageDocFestival_Logo

Un'iniziativa di Libero_Lab_col

Il Parco Teramo

Il Parco Teramo di Milano è la sede simbolica di The Village Doc Festival: come parco di cintura urbana nel quartiere periferico della Barona rappresenta in modo esemplare il confronto sistematico tra il verde (in questo caso del Parco Agricolo Sud Milano) e il cemento (in questo caso della metropoli lombarda), ma più in generale gli interrogativi molteplici posti dalla sfida epocale della sostenibilità integrale.

Nel cuore del Parco Teramo si trova il Playing Field Barona gestito da Valentino De Chiara.

Qui si svolgono di norma le premiazioni di The Village Doc Festival e si tengono numerosi eventi nel corso dell'anno.

In particolare nell'estate 2012 si è tenuto il primo TErAMO Festival, mentre nell'ottobre si è celebrata l'inaugurazione della IV annata di The Village Doc Festival.

Miglior festival emergente 2012

La serata del 19/10/2012 ha segnato un momento importante per The Village Doc Festival, con il riconoscimento della crescita esponenziale della manifestazione più glocale e sostenibile d'Italia. L'iniziativa ha infatti ricevuto come Best Breakthrough Festival Award al FoF - Festival of Festivals 2012, congresso italiano che riunisce gli operatori degli eventi culturali.

The Village Doc è risultato infatti il più votato e apprezzato tra le manifestazioni nate in Italia da meno di tre anni (la prima edizione risale solo al dicembre 2012), in un panorama di competitor fortunatamente agguerrito e promettente che ha compreso Bolsena Photo Festival, Cà Foscari Short Film Festival, Cortona Mix Festival, Entrojazz, Festival della Vita, Festival delle Identità, Festival Vegetariano, FuoriLuogo Festival, Home Festival, Nordic Film Festival, Palinuro Teatro Festival, PUF! Pistoia Underground Festival, Roma Fringe Festival, Torremare Jazz Festival, Trasparenze Festival, Una marina di libri.

La cerimonia di premiazione si è tenuta a Matera, in quella Basilicata che ha già ospitato una tappa estiva di The Village Doc Festival e che sta già preparando una rassegna per l'autunno-inverno.

A ritirare il premio è stato Alessandro Acito, Direttore artistico di The Village Doc Festival, che ha ringraziato tutti i numerosi sostenitori della manifestazione, diffusi in tutta Italia e nel mondo.

premio matera fof

I SUD

Un viaggio intenso e sostenibile tra immagini di sostenibilità (da scoprire o da costruire) dai tanti Sud di tutto il mondo.



La rassegna

Sala Incontro - Via Cairoli - Bernalda (MT)

Nella cittadina da cui proviene la famiglia di Francis Ford Coppola, ecco in programmazione - da novembre 2012 a maggio 2013 - 8 film in cui il SUD denuncia, propone, ricostruisce

 


Il concorso

La giuria popolare di Bernalda valuterà i film proposti secondo la loro capacità di raccontare modelli e storie di Sud sostenibile.

Il film più apprezzato riceverà un premio in denaro.

 


Worhshop e pratiche

A favore di tutti Comuni del materano, The Village Doc Festival propone collaudati laboratori di pratiche sostenibili.

  • Efficienza energetica

Nel periodo delle feste natalizie, Alessandro Ronca (direttore del Parco dell'Energia Rinnovabile di Guardea) condurrà un workshop sulle soluzioni più direttamente praticabili per ottenere clamorosi risultati in termini di maggiore efficienza energetica negli impianti di uso quotidiano.

  • Rifiuti come risorsa

Nella primavera 2013, Giovanni Pioltini (assessore all'Ambiente del Comune di Albairate e promotore di un importante impianto di compostaggio nel Parco Agricolo Sud Milano) illustrerà a cittadini e amministratori locali le numerose alternative per una gestione proficua dei rifiuti.

 

Assegnato il primo "Stand Alone Award"

Le proiezioni notturne al Parco dell'Energia Rinnovabile sono state un'esperienza indimenticabile: in un bosco intatto nel cuore dell'Umbria, sotto una stellata mozzafiato, seduti sulla paglia con i grilli a fare da colonna sonora.  Toccava all'energia solare accumulata nelle ore precedenti far scorrere sullo schermo le immagini luminose e dare voce al sonoro.

In questa situazione speciale i documentari hanno assunto un valore assolutamente peculiare. Tra quelli proiettati il più apprezzato è stato Prezzemolo, sensa pile e sensa curent eletrica di Sandro Gastinelli, che si assicura il primo "Stand Alone Award".

Dal 19 al 21 settembre

THE VILLAGE DOC FESTIVAL a Roma

Dal 19  al 21 settembre, al Parco Centrale del Lago dell’EUR, The Village Doc Festival propone tre serate di documentari, nell'ambito di un evento in assoluta sintonia con il proprio spirito creativo, sostenibile e indipendente. Si tratta di

FAI LA DIFFERENZA – C’E’ LA RE BOAT RACE

in programma dal 19 al 23 settembre con parecchie iniziative interessanti e con una grandiosa sessione della REGATA RICICLATA che già a Pollica ha intrecciato i percorsi sostenibili di The Village Doc Festival.

reboatrace

Le proiezioni del Festival si svolgono negli spazi espositivi del contest, TERRAZZA DELLA PISCINA DELLE ROSE. E alla fine la giuria locale sceglierà il documentario più meritevole di ricevere il PREMIO SPECIALE “THE VILLAGE DOC FESTIVAL A ROMA”

 

Mercoledì 19 settembre

dopo il tramonto, alle ore 19.15 circa

Presentazione del circuito sostenibile di THE VILLAGE DOC FESTIVAL

Proiezione di THERE ONCE WAS AN ISLAND (82 min) di Briar March

 

Giovedì 20 settembre

dopo il tramonto, alle ore 19.15 circa

Proiezione di LA SVOLTA. DONNE CONTRO L'ILVA (52 min) di Valentina D'Amico

 

Venerdì 21 settembre

dopo il tramonto, alle ore 19.15 circa

Proiezione di AGRICOLTORI DA SLEGARE (30 min) di Raffaella Bullo

A seguire

  • presentazione delle prossime attività di THE VILLAGE DOC FESTIVAL
  • suggerimento di alcuni documentari significativi, che il Festival mette a disposizione degli interessati
  • consegna del PREMIO SPECIALE “THE VILLAGE DOC FESTIVAL A ROMA” al documentario che, tra quelli presentati, sarà giudicato più in sintonia con la visione di sostenibilità della giuria locale.

 


La sera del 21 settembre 2012, la giuria della prima edizione di The Village Doc Festival a Roma ha designato il documentario vincitore.

Il riconoscimento è andato al film italiano Agricoltori da slegare di Raffaella Bullo.

Ecco un estratto della sinossi ufficiale:
Agricoltura sociale, biologica ed urbana. In due parole 'sviluppo sostenibile', le cui componenti ambientale, economico, sociale ed istituzionale camminano insieme in modo armonico. L'agricoltura come processo di decementificazione, di coscienza collettiva, di cittadinanza attiva, di educazione e rieducazione, di crescita e di sviluppo. Queste le sfide quotidiane delle Cooperative "Il Trattore" e "Valle dei Casali", che da anni portano avanti ambiziosi progetti nella Riserva Naturale della "Valle dei Casali", a pochi passi dal centro di Roma. Agricoltori, ma anche istituzioni e cittadini da "slegare" dal concetto di città/prigione, dai luoghi comuni che condanno inesorabilmente alla cementificazione delle città e delle coscienze. Grazie all'esempio e all'ausilio di Cooperative come "Il Trattore" e "Valle dei Casali" che credono in uno sviluppo e in lavori alternativi e verdi che spaziano dall'utilizzo e la rivalutazione del territorio all'agricoltura biologica, alla ristorazione, dai servizi di manutenzione del verde al giardinaggio, dall'educazione ambientale per i bambini alla riabilitazione psico-sociale, nonchè al vincente programma di reinserimento nel mondo lavorativo di individui altresì destinati all'abbandono sociale, reso possibile da una cospicua collaborazione con le ASL e con le Istituzioni sociali.

Nel cuore dell'entroterra umbro, nel regno della sostenibilità come nuova forma di benessere, The Village Doc Festival sperimenta la soluzione per un cinema completamente sostenibile:

  • capolavori di cinema della realtà, attraverso i documentari di The Village Doc Festival
  • temi capitali della sostenibilità: il rapporto uomo-paesaggio e il ripensamento dell'obsolescenza
  • una location come il PeR, assolutamente a impatto zero!
  • una sala cinematografica... fatta di paglia!
  • proiezioni all'aria aperta con alimentazione indipendente da qualunque rete elettrica

Programma

 

Venerdì 7 settembre

Cinema di paglia - Proiezioni stand alone

ore 20.30 - LAGUNEMINE di N. Piovesan (Italia 2012)
ore 21.50 - PREZZEMOLO, SENSA PILE SENSA CURÉNT ELÈTRICA di S. Gastinelli e M. Pellegrino (Italia, 2008)

 

 

Sabato 8 settembre

Sostenibilità a portata di tutti

ore 10.00 - Visita al parco dell'Energia Rinnovabile

ore 15.00 - Il progetto della Cooperativa Naturalife


 

Cinema di paglia - Proiezioni stand alone

 

ore 20.30 - SENZA TRUCCO (LE DONNE DEL VINO NATURALE) di G. GRAGLIA (Italia 2011)
ore 21.50 - BOTTLED LIFE di U. Schnell (Germania - Svizzera 2011)

 

 

 

Domenica 9 settembre

Workshop gratuito

ore 10.00 - Accendere la luce... senza attaccare la spina: come costruire impianti luminosi stand alone

 

Il vincitore del Premio a Pollica

Nella serata di domenica 10 giugno, dopo la proiezione degli ultimi film in concorso, la giuria popolare di Pollica ha scelto il vincitore della prima edizione del Premio Pollica, nel quadro di The Village Doc Festival 2012.

Il documentario vincitore della manifestazione è Mettersi a posto - Il pizzo a Palermo, diretto da Marco Battaglia, Gianluca Donati, Laura Schimmenti e Andrea Zulini.

Il Premio è dunque andato a un'opera che racconta da vicino una complessa dialettica di posizioni e vissuti intorno al fenomeno attuale del racket palermitano delle estorsioni, offrendo un quadro ricco di segnali di cambiamento.

LA SELEZIONE CINEMATOGRAFICA A POLLICA

Il programma delle proposte cinematografiche selezionate per la tappa cilentana di THE VILLAGE DOC FESTIVAL comprende:

La giuria speciale di Pollica ha valutato le opere in concorso, scegliendo quella che meglio esprime i valori di sostenibilità in rapporto alla specifica realtà del luogo.

Il "Premio Pollica" 2012 è stato così assegnato al documentario Mettersi a posto - Il pizzo a Palermo di Marco Battaglia, Gianluca Donati, Laura Schimmenti, Andrea Zulini.

THE VILLAGE DOC FESTIVAL a Pollica

Programma completo


VENERDÌ 8 GIUGNO

ORE 17:45 • Piazza della Cortiglia

Inaugurazione dell’evento

SALUTO DI

  • Alessandro ACITO - Direttore THE VILLAGE DOC FESTIVAL
  • Vito AITA - Espressioni srl
  • Lucilla MORELLI - EcoCongress

ORE 18:30 • Piazza della Cortiglia

Un ponte per la legalità - Idee e pratiche per un territorio in cerca di sostenibilità

INTERVENGONO

  • Stefano PISANI - Sindaco di Pollica
  • Andrea D’AMBROSIO - Regista di Biutiful Cauntri)
  • Antonio MARINO - Presidente BCC Aquara
  • Michele DE LUCIA - Sindaco di Positano
  • Antonio MANZO - il Mattino
  • Domenico NICOLETTI - Presidente CLub Unesco "Elea"

MODERA

  • Tiziana ADOLESCENTE - Giornalista

 

ORE 20:00 • Piazza della Cortiglia

Degustazione di prodotti campani

 

ORE 21:30 • Piazza della Cortiglia

Proiezioni di documentari in concorso al festival


SABATO 9 GIUGNO

ORE 9:30 • Sala Conferenze Palazzo Capano

Workshop di linguaggio audiovisivo per imparare a valutare un film

Riservato ai ragazzi delle scuole

 

ORE 11:30 • Palazzo Capano (Centro studi sulla dieta mediterranea  “Angelo Vassallo”)

Laboratori di degustazione comparata di olii DOP della Campania

- con accredito -
alla presenza di Pasquale DI LENA - Presidente Onorario Città dell’olio

 

ORE 13:30 • Porto di Acciaroli

Degustazioni di latte, mozzarella e frutta da produzioni genuine locali

 

ORE 14:30 • Sala Conferenze Palazzo Capano

Laboratorio di linguaggio audiovisivo per imparare a valutare un film

Riservato ai ragazzi delle scuole

 

ORE 16:00 • Piazza della Cortiglia

Dalla terra alla tavola
Laboratorio didattico ambientale dedicato all’olivo e alla sua filiera

a cura di Fausto MANNA - agronomo

 

ORE 21:30 • Piazza della Cortiglia

Proiezioni di documentari dal concorso di THE VILLAGE DOC FESTIVAL:

 


DOMENICA 10 GIUGNO

ORE 9:30 • Porto di Acciaroli

Reboat Race

Laboratorio per grandi e piccini per creare imbarcazioni molto speciali

 

ORE 11:30 • Sala Conferenze di Palazzo Capano

La dieta mediterranea.
La tavola delle esperienze, visioni e proposte per valorizzare il patrimonio enogastronomico e culturale

INTERVENGONO

  • Alfonso ANDRIA - Vicepresidente Commissione Agricoltura Senato della Repubblica
  • Alfonso IACCARINO - Hotel-ristorante Don Alfonso 1890
  • Domenico RAIMONDO -
  • Lillino SILIBELLO - Ristorante “Cibus”, Ceglie Messapica (BR)
  • Pasquale FATALINO - Presidente Ristoratori di Noci
  • Pietro LIUZZI - Sindaco di Noci
  • Pasquale DI LENA - Presidente Onorario Città dell’olio
  • Domenico NICOLETTI - Presidente Club Unesco “Elea”

MODERA

  • Antonella PETITTI - Rosmarinonews

 

ORE 13:30 • Palazzo Capano (Centro studi sulla dieta mediterranea  “Angelo Vassallo”)

Degustazione dei piatti delle scuole alberghiere IPSAR di Castellammare di Stabia e IPSSEOA di Capaccio, e dei vini del territori0

 

ORE 14:30 • Palazzo Capano (Centro studi sulla dieta mediterranea  “Angelo Vassallo”)

Workshop di linguaggio audiovisivo per imparare a valutare un film

Riservato ai ragazzi delle scuole

 

ORE 19:00 • Piazza della Cortiglia

Questo matrimonio s’ha da fare - Tutto un altro valore alle scelte degli sposi

A cura di

  • Alessandro ACITO (Libero Laboratorio)
  • Odilia DE ROSE (EcoCongress)

 

ORE 21:30 • Piazza della Cortiglia

Proiezione di documentari in concorso al Festival

Votazione del documentario vincitore del Premio Pollica (proclamazione ufficiale nelle giornate successive).

THE VILLAGE DOC FESTIVAL in Cilento

THE VILLAGE DOC FESTIVAL porta il cinema del reale in viaggio per i villaggi del globo. E dai diversi villaggi raccoglie occasioni di sostenibilità da proporre al mondo.

In quest'ottica è nata la collaborazione con la cittadinanza di Pollica, deliziosa località salernitana, tristemente nota per il sacrificio del sindaco anti-camorra Angelo Vassallo, ma soprattutto apprezzata per la qualità delle sue proposte agroalimentari, tipiche della dieta mediterranea.

In Cilento, THE VILLAGE DOC FESTIVAL porta l'energia dirompente del cinema del reale con una selezione di documentari del concorso 2012 (da poco celebrato nella settimana della kermesse milanese dal 28 maggio al 3 giugno). Il cinema del reale arriva inoltre a Pollica come proposta di interpretazione della realtà a disposizione delle nuove generazioni, attraverso i cantieri formativi del Premio BalDoc: ragazzi delle scuole campane saranno infatti protagonisti di laboratori sul linguaggio audiovisivo, per diventare dei valutatori competenti dei documentari proposti. I ragazzi saranno inoltre attivi nelle varie iniziative di valorizzazione dei prodotti tipici del Cilento.

Le filiere agroalimentari della dieta mediterranea sono uno dei nuclei principali della collaborazione tra il Festival e la terra cilentana. Preziose le degustazioni letterarie tenutesi a Milano il 29 maggio e il 1° giugno, cui seguiranno a Pollica una serie di incontri, dialoghi e degustazioni sugli straordinari prodotti della zona, in una prospettiva di valorizzazione sempre più ampia e articolata dei valori genuini della sostenibilità glocale.


8 - 10 GIUGNO 2012: 3 giorni di sostenibilità a Pollica

Per tre giorni Pollica sarà animata da una serie di iniziative all’insegna di cinema e sostenibilità.

“UN PONTE PER LA LEGALITÀ”

L’8 giugno il Festival sarà inaugurato da “Un Ponte per la Legalità”, un incontro sulla legalità nel rapporto uomo-ambiente con partecipazione di testimoni autorevoli, in un Paese dove la parola “ponte” evoca spesso l’immagine di opere mastodontiche ad altissimo impatto ambientale.

“Un Ponte per la legalità” vuole essere l’occasione per mettere a confronto la realtà amministrativa del comune di Pollica (con le numerose battaglie svolte in tale ambito dal sindaco Angelo Vassallo), con altre realtà del nostro Paese impegnate sullo stesso fronte.

 

GIURATI MOLTO SPECIALI: IL “PREMIO POLLICA”

Dall’8 al 10 giugno, a Pollica verrà sviluppato un semplice, seppur avvincente, percorso formativo incentrato sui ragazzi selezionati a scuola nelle settimane precedenti, ma senza escludere possibili aperture a un pubblico più vasto ed eterogeneo.

Si tratta di un ciclo di lezioni di 2 ore l’una sul linguaggio cinematografico, con ricorso abbondante a stralci di film e ad esercizi empirici con l’obiettivo di fornire elementi di critica audiovisiva ai partecipanti (come guardare la televisione; come assistere a un film; come riconoscere l’attendibilità di un film; ecc.).

La premessa è che solo se si è in grado di riconoscere gli inconsci percorsi di apprendimento visuale si riesce anche a cogliere il potere dell’alfabeto audiovisivo. Fondamentale è insomma che ogni partecipante al laboratorio possa costruire un proprio apparato critico nei confronti dell’espressione audiovisiva (cinematografica, televisiva e così via).

In tal modo, i partecipanti costituiranno una vera e propria giuria popolare che – sotto il coordinamento di un personaggio autorevole – assegnerà il Premio Pollica al migliore film tra quelli selezionati intorno a uno specifico tema di sostenibilità.

Nelle serate dell’8 e del 9 giugno, le proposte selezionate verranno proiettate pubblicamente in una location nella zona del Forte: all’interno di questa rosa, la giuria popolare designerà il vincitore.

Il Premio Pollica rientra tra quelli ufficiali dell’annata internazionale di THE VILLAGE DOC FESTIVAL.

 

LA DIETA MEDITERRANEA: DEGUSTAZIONI, INCONTRI, PROGETTI

Nel corso delle tre giornate si susseguiranno presentazioni multiformi dei valori assoluti di genuinità prodotti dal territorio campano. Ecco infatti le degustazioni di latte, frutta e mozzarella presso la marina di Acciaroli, ma anche le esperienze di guida al gusto all’interno di sessioni a numero limitato all’interno di Palazzo Capano. Con importanti momenti di incontro e confronto tra autorevoli referenti in materia di dieta mediterranea: dal dibattito alla riscoperta delle risorse agronomiche autoctone.

Si terranno infatti articolate manifestazioni dedicate alla Dieta Mediterranea e al tema di una banca dei semi per i suoi prodotti. L’obiettivo è anche quello di mostrare le potenzialità di una rete virtuosa tra i territori, in questo caso a proposito di quelle produzioni alimentari che sono ricchezza di molti territori del Mezzogiorno.

Grazie al riconoscimento UNESCO della Dieta Mediterranea come patrimonio immateriale dell’umanità, oggi si raccolgono i frutti dell’immensa mole di studi condotti da Ancel Keys e dal gruppo di luminari (tra cui Jeremyiah Stamler) che lo hanno affiancato per raccoglierne l’eredità.

Attraverso THE VILLAGE DOC FESTIVAL, il riconoscimento UNESCO si traduce nella valorizzazione delle pratiche produttive e distributive che consentono alle filiere agroalimentari di Pollica di essere modelli di sostenibilità integrale.

A Palazzo Capano in Pollica avrà luogo un’importante esposizione dei produttori del territorio: si tratta di un momento di confronto collettivo alla presenza di un testimone d’eccezione, nonché di un’eccellente occasione per la degustazione/esposizione di prodotti tipici locali. Le degustazioni saranno mirate per gruppi di persone precedentemente registratesi. A Palazzo Capano sarà a disposizione anche un locale cucina, utile per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza di preparazione (in ogni caso facendo attenzione alla minimizzazione dei rifiuti prodotti).

Lungo l’arenile di Acciaroli, dietro la Torre Saracena saranno collocati punti informativi sui prodotti locali, dove sarà anche possibile registrarsi per le degustazioni. Una navetta collegherà le due location.

Anche su questo tema i giovani avranno un ruolo da protagonisti, dato che lo chef Maurizio Somma coordinerà i ragazzi delle scuole nella preparazione di pietanze tipiche, che rappresenteranno la base delle degustazioni.

 

RIDUZIONE D’IMPATTO: SOLUZIONI ALLA PORTATA DI TUTTI

Una delle caratteristiche portanti di THE VILLAGE DOC FESTIVAL è la presentazione di laboratori ed esperienze di sostenibilità alla portata di chiunque.

In un’ottica di riuso, riciclo, diverso uso e – in ogni caso – ripensamento dal basso di modelli di sostenibilità, ecco anche la divertente esperienza di Reboat Race, che coinvolge tutti (ma soprattutto i più piccoli) in una sorprendente reinterpretazione del “rapporto” tra le bottiglie e il mare: meno romantico dei messaggi da naufrago e meno squallido del pattume galleggiante cui siamo troppo abituati. Una dimostrazione che per cambiare… basta imparare a reinterpretare le risorse.

Che il cambiamento stia soprattutto nel mutamento di ottica lo dimostrano anche le opportunità di ripensare tradizioni radicate, con un occhio sempre più rivolto alla sostenibilità: questo è quanto fa la soluzione dei Matrimoni Solidali, ovvero il sempre più vasto circuito di soggetti e strumenti che propongono ai novelli sposi modalità per dare ancora più valore al giorno più bello, attraverso donazioni, scelte etiche consapevoli, opzioni a favore di prodotti e servizi a basso impatto. Il tutto all’interno di una rete di connessioni che si avvale di persone e tecnologie molto variegate (fino alla recente introduzione delle mobile application).

4 settembre 2012

RIVA DEI GINEPRI ospita THE VILLAGE DOC FESTIVAL

Riva dei Ginepri è una spiaggia splendida della Basilicata affacciata sul mar Ionio. Per raggiungerla si parte delle terre della riforma agraria e si attraversa quasi un chilometro di pineta originaria. L'arcaico fascino delle terre metapontine si manifesta in questo lido incontaminato, gestito con attenzione all'impatto umano sull'ambiente.

Proprio per questo, Riva dei Ginepri ha chiesto di assegnare una menzione speciale al documentario La Svolta: donne contro l'ILVA che Valentina D'Amico ha girato nel 2010, quando ancora quella fabbrica generava tante malattie quanti posti di lavoro.

Il film verrà proiettato il 4 settembre 2012 alle ore 20.30 sulla spiaggia.

Alla proiezione presenzierà Alessandro Acito, direttore artistico di The Village Doc Festival: oltre ad assegnare il premio all'autrice, presenterà cittadini e autorità che possono fornire testimonianze e informazioni preziose per comprendere meglio il disastro ambientale della siderurgia di Taranto, così a lungo tollerato per la salvaguardia dei livelli di impiego.

 

icon pdf big Scarica il pdf


 

Per informazioni:

  • (+39)345.2307369

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Guardea (TR): 7 - 9 settembre 2012

AL PARCO DELLE ENERGIE RINNOVABILI
EMETTIAMO CINEMA SENZA EMISSIONI

Per stand alone a4

icon pdf bigScarica la cartolina

Al Parco dell'Energia Rinnovabile di Guardea (TR) opera quell'Alessandro Ronca cui vogliamo tanto bene. Così bene che collaboriamo ormai da tre anni a riempire di pratiche e laboratori sulla sostenibilità gli eventi di The Village Doc Festival: dal primo workshop di home energy si sono susseguite diverse proposte.
E il Parco delle Energie Rinnovabili è una parte così integrante di The Village Doc Festival che quest'anno ha deciso di creare un evento all'interno della propria incredibile struttura umbra: una struttura che è un museo vivente delle pratiche sostenibili, un albergo a impatto assolutamente zero, un luogo di relax e svago con il massimo dei comfort, un centro di formazione sulle energie rinnovabili e le colture biologiche, un centro di produzione agricola biodinamica, un riferimento internazionale per meeting sulla sostenibilità... e ora anche un centro specializzato in eventi senza emissioni!

Lo scopo è arricchire l'itinerario internazionale del festival con una proposta particolare, dove l'applicazione delle nuove tecnologie all'ambiente e al cinema renda possibile un evento cinematografico completamente a impatto zero.

 


STAND ALONE AWARD

Dal 7 al 9 settembre 2012 prende così vita lo STAND ALONE AWARD, premio speciale di The Village Doc Festival assegnato dal Parco delle Energie Rinnovabili.

Al contest concorrono i seguenti documentari:

  • SENZA TRUCCO - LE DONNE DEL VINO NATURALE di Giulia Graglia
  • BOTTLED LIFE di Urs Schnell
  • LAGUNEMINE di Nicola Piovesan
  • PREZZEMOLO, SENSA PILE SENSA CURÉNT ELÈTRICA di Sandro Gastinelli

 

Consulta gli orari delle singole proiezioni nel programma completo delle giornate: clicca qui.

La giuria è costituita dal pubblico che accorrerà a riempire lo scenario straordinario in cui lo staff del Parco è riuscito a costruire un rapporto elegante ed efficace tra uomo e natura: un autentico cinema di paglia in mezzo alla natura! I fil saranno presentati dal direttore artistico Alessandro Acito.

Tra i protagonisti, tanto in organizzazione quanto in giuria, spiccano i ragazzi dell'Istituto Superiore Statale "Leonardo da Vinci" di Trapani che hanno scelto il Parco dell'Energia Rinnovabile e The Village Doc Festival come ambiti privilegiati per sperimentare sul campo soluzioni innovative di green economy e comunicazione sostenibile.

La scelta si inquadra nelle attività di coordinamento di LibLab e Arfotur per realizzare cicli di stage concreti e innovativi.

cinemadipaglia


PRATICHE SOSTENIBILI

Accanto alla componente cinematografica, l'evento è studiato per proporre a tutti un weekend all'insegna dell'alimentazione sana e biologica, di escursioni in un territorio integro, di amici nuovi o ritrovati.

A impreziosire l'esperienza sta il workshop in cui Alessandro Ronca illustra ai partecipanti le tecniche e tecnologie per costruire un evento scollegato dalla rete, producendo e conservando energia senza alcun impatto ambientale.

Il workshop rientra nel programma del weekend.

Per partecipare al workshop è opportuno registrarsi con anticipo all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 


I posti liberi per soggiornare sono limitati, anche perchè il prezzo per il soggiorno è veramente basso: 65 euro a persona in pensione completa, con il diritto di partecipare grauitamente ai workshop.

Per saperne di più e per partecipare da protagonista, prenota subito il tuo weekend al Parco dell'Energia Rinnovabile:

  • scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • oppure chiama direttamente il Parco allo 0744-988050

WORKSHOP DI CINEMA GRATUITO AD ALBAIRATE (MILANO)

4 incontri rivolti ai giovani* per imparare a fare un film

Leggi tutto...

Sotto-categorie

AddThis Social Bookmark Button

Twitter

 
Powered by LibLab