TheVillageDocFestival_Logo

Un'iniziativa di libero lab 2018

 


 

abbiate coraggio 01


 

Con il contributo di

Fondazione Ticino Olona

5 giugno 2011 - ore 19:00

Playing Field Barona (CISE) - Milano, via Campari 10

RAPHAEL ROSSI (tecnico in materia di rifiuti e testimone di giustizia)

L'insostenibilità della corruzione

 

Raphael Rossi è diventato famoso suo magrado, quando ha deciso di "buttare via" una promettente carriera... Era un “professionista specializzato nella progettazione di sistemi per la raccolta differenziata. A 28 anni entra nel Cda della torinese Amiat. Nessuno si aspetta che così giovane abbia già voglia di mettere i bastoni tra le ruote. Ma il giovane Raphael si fa subito notare…” (dalla presentazione di Report – Rai3)

Ma lasciamo che Raphael si presenti da solo:

Sono un tecnico che lavora per un ente di studio in materia di rifiuti e mi sono specializzato nelle raccolte porta a porta e nella prevenzione. Da tecnico sono stato scelto come amministratore dell'azienda pubblica della città di Torino, della quale sono stato vicepresidente. Ho fermato degli acquisti inutili mentre altri provavano a sbloccarne altri inutili con una tangente. Ho denunciato tutto alla Procura della Repubblica e dopo una lunga inchiesta gli indagati sono stati arrestati ed ora verranno processati. Inizio questo blog perché non mi sarei mai aspettato tutta questa freddezza dalle istituzioni e tutto questo calore dai cittadini e dai media. Io ho fatto una cosa normalissima, come fermarsi al semaforo quando è rosso. Invece è successo di tutto, compresi molti segnali di isolamento dalle istituzioni. Scrivo per tenere informati del processo che parte fra poco e per fare qualcosa contro la corruzione che è una emergenza nazionale. (dawww.ilfattoquotidiano.it/blog/rrossi/?bio)

Adesso arriva a Milano a raccontarci in prima persona quanto insostenibile sia la corruzione, tanto quella vecchia quanto quella che si intreccia con l'apparente innovazione.

AddThis Social Bookmark Button

Twitter

 
Powered by LibLab