A mao e a luva

Regia: Roberto Orazi

Italia, 2010

Durata: 65 min.

 

Trailer

 

Sinossi

Brasile Nordestino,Stato di Pernanbuco. Siamo in una delle aree più povere e bisognose della  città di Recife,la favela di Pina. Il film  racconta la storia storia di un abitante della favela, il trentacinquenne  Ricardo Gomes Ferraz,  noto come Kcal. La favela si trova  lungo le rive di un fiume. Kcal, poeta e musicista ha trasformato la sua casa, una palafitta sospesa sull'acqua, in una biblioteca per i bambini della comunità. Sacrificando le sue scarse risorse economiche, per più di 15 anni ha comprato libri di seconda mano in diverse librerie della città. La biblioteca è divenuta un luogo di incontro per centinaia di bambini ed adulti, un luogo dove non è proibito sognare e l’immaginazione può  volare lontano, in  luoghi molto diversi dalla favela dove droga e prostituzione minacciano continuamente l’esistenza quotidiana. All'età di 16 anni, un libro trovato per caso " A MAO E A LUVA " di Machado il de Assis, ha trasformato la vita di Kcal. Da quel giorno Kcal non ha mai smesso di nutrirsi di cultura e di tramandarla ai bambini. Il 25 marzo 2008, quest’ uomo che si definisce "Un rivenditore di libri" ha ricevuto un premio  in riconoscimento del suo lavoro durante il corso degli anni: questo premio, "Faz Diferenca" nella categoria "servizi sociali" gli è stato conferito da Lujiz Inacioa da Silva, Presidente del Brasile. Nell’aprile 2009, il Ministro della Cultura in Brasile, Juca Ferreira, ha  riconosciuto l'importanza del lavoro fatto da Ricardo Gomes Ferraz. Così,  un progetto statale ha portato all’apertura di molte biblioteche nelle diverse  favelas. Sull'esempio della "Livroteca Os Guardioes" fondata da Kcal, sono nate aun gran numero di biblioteche, ben 514, sparse su tutto il territorio  Brasiliano.

 

 

Altri materiali

icon_pdf_bigScarica la presentazione completa del film in lingua inglese (pdf)

AddThis Social Bookmark Button

Twitter

 
Powered by LibLab